Press Kit

Contributi

Libri

Conoscere i cinesi

Conoscere i cinesi

Qualunque sia il motivo che vi spinge verso l’universo cinese, condividete le stesse incertezze e perplessità di tutti coloro che si avventurano in questo mondo popolato da usanze antiche, credenze radicate ed abitudini lontanissime dai nostri standard. La Cina fino a qualche anno fa era uno sconosciuto paese ai confini del mondo di cui sapevamo poco o nulla: ora è la protagonista assoluta dell’attualità in cui viviamo. Non è sufficiente chiudere gli occhi per fingere che non esista, che data la sua lontananza non sarà affar nostro se solo siamo in grado di rimanere ben nascosti dentro le nostre case.
Un’altissima percentuale di contratti e collaborazioni non va a buon fine a causa di gaffes internazionali, di incomprensioni, di errori di comportamento, e tutto questo senza che i protagonisti stranieri se ne rendano conto.
Così il capire questa cultura e questo popolo diventa non solo una necessità, ma si trasforma in vantaggio competitivo. È la chiave della porta al mercato più interessante e vasto del mondo, è l’asso nella manica che fa la differenza tra l’essere vincenti ed il raccogliere le briciole lasciate dagli altri.
La Cina non è un fenomeno passeggero, è una nuova realtà, è il futuro, ed è nel nostro interesse imparare a conviverci, aprendo la nostra mente e la nostra anima allo scambio culturale oltre che economico, per costituire una comunità davvero globale.
Questo piccolo manuale fornisce le conoscenze per capire il popolo che rappresenta un quinto dell’umanità intera, è lo strumento che vi accompagna lungo l’avventura verso il “Paese di Mezzo”, sia che rappresenti commercialmente la vostra nuova “terra promessa”, sia che vi coinvolga per passione o per semplice curiosità. Questo libro, attraverso esempi pratici e situazioni reali, vi svelerà passo passo tutti i segreti per instaurare collaborazioni proficue e durature con i cinesi.
Perché come diceva Marie Curie:
«Niente nella vita deve essere temuto. Deve solo essere capito.»

Come vendere il riso ai cinesi

Come vendere il riso ai cinesi

La Cina fa parte della vostra strategia commerciale? No. E perchè no? Perchè è lontana, perchè ho fatto una fiera e non ho avuto alcun ritorno, perchè sui cinesi si sente di tutto e io non mi fido, perchè usano una lingua incomprensibile, perchè mi copiano il prodotto.
Perchè approcciare la Cina è troppo complicato senza un aiuto e non so da dove cominciare.
Questo Paese rappresenta una sfida estremamente impegnativa per una PMI, ma adottando un piano d’azione ben strutturato e creato su misura per le peculiarità di questo mercato è possibile muoversi con cognizione di causa spendendo in maniera oculata tempo, energie e denaro.
Il marketing interculturale è in grado di supportare imprenditori e managers nella creazione di un brand davvero globale, necessario se si vuole costruire una strategia di mercato a lungo termine in Cina, e di guidare nell’individuazione del giusto target attraverso valutazioni di tipo geografico, socio-demografico, psicografico e comportamentale. Fornisce indicazioni sulla consapevolezza dei consumatori e sulle componenti di costo da prendere in esame per determinare un prezzo di vendita; aiuta a capire il media ideale per promuovere i propri prodotti e servizi, chiarisce che in certe zone la radio è più diffusa della televisione, e che, in determinati contesti, la sponsorizzazione di un evento può avere più risonanza di una pagina pubblicitaria su un giornale. Il marketing interculturale scandaglia i canali specifici del Paese ed individua quelli maggiormente funzionali alle esigenze della vostra azienda.
Non fate l’errore di basare le vostre scelte su supposizioni, pregiudizi o informazioni di seconda mano senza verificarne la fonte, la credibilità e soprattutto il livello di aggiornamento, e non improvvisate una strategia affidandovi a ciò che avete appreso lavorando con altre realtà: in un Paese come la Cina questo può far naufragare anche il miglior dei business.
Ricordate cosa diceva Einstein: “Devi imparare le regole del gioco. E poi devi giocare meglio di chiunque altro.”

Il testo è disponibile anche in formato E-book.

Commenti

Conoscere i cinesi

"Questo libro è stato per me interessante e rivelatore allo stesso tempo.
Nonostante le numerose volte in cui sono stato in Cina, ho sempre avuto difficoltà a entrare in vera sintonia con i miei interlocutori.
Questo libro mi ha fatto comprendere i perché di tanti atteggiamenti e soprattutto mi ha svelato aspetti della cultura cinese che tendevo a sottovalutare.Il guanxi ad esempio.
La cosa comunque che mi ha fatto maggiormente riflettere è la parte relativa a come ci vedono loro."

Sergio Fandella
Operation Manager in Pedrollo S.p.A.



'Language is so implicated in human life that we need to be as fully aware of it as possible, for otherwise we remain in ignorance of what constitutes our essential humanity' (H.G. Widdowson, 'Linguistics')
Avere piena consapevolezza del linguaggio, scrive Widdowson, permette all'uomo di estraniarsi da uno status di ignoranza circa la vera essenza dell'umanità.
Un medium tramite il quale avere pieno accesso a molte delle realtà umane, siano esse culturali, sociali o, addirittura, economiche.
Perché 'Conoscere i Cinesi'?
Non credo risulterebbe possibile reperire parole più adatte nel descrivere quest'opera, se non quelle riportate dallo stesso titolo.
La semplicità, la freschezza, l'ironia, ma allo stesso tempo la concisione ed il reportage di esperienze che sfociano in una continua dialettica di sintesi – dettaglio: una mistura di linguaggi che conducono il lettore verso la conoscenza, appunto, di un mondo del quale molti ignorano l'esistenza.
E le parole di Widdowson, nel presentare questo libro, aderiscono perfettamente.
È straordinario come 'Conoscere i Cinesi' permetta di abbandonare uno status di completa ignoranza, verso uno dei paesi considerato dall'Occidente come l'emblema dell'esotico, ad una piena conoscenza di questo octopus economico, della sua cultura, della sua storia, della sua tradizione.
Il tutto con il solo ausilio di poche, ma decisive, veloci, mai sbrigative, divertenti pagine di manuale.
In parole povere? 'Tutto ciò che c'è da sapere sui nuovi protagonisti della scena mondiale'.

Remo Appolloni
studente di Mediazione Linguistico-Culturale
'La Sapienza', Roma



“Ho letto tutto d'un fiato il libro Conoscere i cinesi e debbo dire che mi ha aiutato molto nel proseguire il mio lavoro: ho apprezzato particolarmente il capitolo inerente l’etichetta, le connessioni ed il concetto di faccia.
Ho sicuramente individuato molti consigli pratici che potrò applicare nell’ambito delle buone maniere e durante le lunghe negoziazioni intervallate da enormi bevute di tè.”

Massimo Lovato
Chemipal SpA, Arzignano (VI) Responsabile generale delle vendite



“Ho letto con molto piacere il libro Conoscere i cinesi. La vista femminile del mondo cinese, mi ha fatto meglio comprendere molti comportamenti dei Cinesi, che non la descrizione e i suggerimenti di tutti gli altri libri letti, scritti da autori maschili. In modo particolare i capitoli sul “Guanxi l´importanza del networking” e “Come ci vedono i cinesi e come noi vediamo loro” mi hanno aiutato parecchio nel comprendere certe attitudini e portare a buon fine lunghi discorsi contrattuali.
Un libro preciso nel contenuto e piacevole nella lettura.”

Ing. Norbert Garbers
München



“Sia per me che per mio marito questo libro è stata una piacevolissima lettura, molto istruttiva dal lato sia pratico che conoscitivo.
Per due profani come noi sul mondo orientale leggere questo libro è stato come aprire un po' i balconi di una finestra sempre chiusa.
In modo simpatico ma direi anche serio e dettagliato ci ha fatto avvicinare un po' a questi fratelli lontani.”

Mariarosa Tonin
Impiegata



“Lavoro da anni come Customer Service con l’Estremo Oriente, ed ho letto questo libro con molto interesse, scoprendo di pagina in pagina che molte delle sensazioni che avevo avuto negli anni rispetto ai cinesi erano confermate e ben motivate... certo mi sono anche resa conto che molte volte devo averli offesi e irritati, quindi i consigli inseriti nel testo si riveleranno sicuramente molto utili per i miei futuri colloqui e contatti con il mondo dell’Estremo oriente.
Diciamo che quello che so l'ho imparato direttamente sul campo e, il più delle volte,  a mie spese... se avessi avuto questo "manuale" qualche anno fa mi sarei di certo evitata qualche conflitto ed arrabbiatura...”

Manuela.Zanella
Customer Service Gas Jeans



"Le scrivo perchè sono rimasta molto colpita dai contenuti del suo libro,volevo farLe solo i complimenti per aver descritto il mio paese in una maniera così chiara e semplice."

Hongqin Zhou


"Da comune cittadino, della Cina moderna conosco ciò che le informazioni pubbliche danno o ciò che vedo nelle città: le prime generazioni di immigrati cinesi che si dedicano al commercio e alla ristorazione, il concentramento delle loro comunità in alcuni quartieri e attività pressoché esclusive ove, rarissimamente, appare il  cittadino“cinese” più ricco che si muove con grossa auto europea e ben vestito all’occidentale; gruppi di attenti e disciplinati signori, camicia bianca, cravatta nera, che girano ovunque, anche nei supermarket,  prendendo spunti da quanto osservano di costume, arredamento urbano o di soluzioni espositive; le reazioni delle nostre Autorità di controllo alla importazione di prodotti industriali giudicati talvolta non compatibili con le norme di sicurezza.È come se fossero comunque persone da usi, costumi, comportamenti sempre da sottoporre a esame e occhio critico che, come si sa, nota le cose che non vanno più che rilevare quanto possa essere il proprio personale  atteggiamento a risultare  sgradito o inopportuno al prossimo.
Il manuale scritto da Virginia Busato fa capire invece quanto anche da parte di un italiano medio possano esserci occasioni in cui un cittadino cinese che viva in Italia o che abbia rapporti con noi, non condivida un  nostro occasionale comportamento individuale percependo però una disattenzione al suo modo di essere che invece – ribaltando la situazione – verrebbe subito notata e stigmatizzata per di più come un problema nazionale riguardante peraltro tutti i cosiddetti immigrati.
La lettura delle tante osservazioni che L’Autrice riporta nel suo libro ci insegna nozioni, sfumature, modi di essere, principi, curiosità e tradizioni di un Popolo che non possiamo ora giudicare solo per quanto concerne il loro costume di vita  nelle nostre città o dalla qualità del loro prodotto industriale."

Francesco Floccia - Storico dell’arte nella Pubblica Amministrazione

Come vendere il riso ai cinesi